Top
eMobility. L’accesso”aperto” all’infrastruttura di ricarica come forte fattore di sviluppo - Energia Media
fade
3514
post-template-default,single,single-post,postid-3514,single-format-standard,eltd-core-1.0,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

eMobility. L’accesso”aperto” all’infrastruttura di ricarica come forte fattore di sviluppo

eMobility. L’accesso”aperto” all’infrastruttura di ricarica come forte fattore di sviluppo

Con il prossimo recepimento della direttiva DAFI 2014/94/EU, diviene urgente arrivare alla realizzazione di una infrastruttura per i combustibili alternativi, in particolare i veicoli elettrici.
Si tratta di punti di ricarica aperti a ogni soggetto, pubblico e privato, atti a garantire, a livello di Unione europea, un accesso non discriminatorio agli utenti. Devono essere garantite molteplici condizioni di autenticazione, uso e pagamento, oltre a una corretta misura e relativa transazione, senza la necessità di dover concludere contratti con i fornitori di energia elettrica o altri operatori interessati.
Siamo di fronte a un ambito ancora inesplorato, l’inizio di un percorso regolatorio che necessita di nuova normazione.

 

Leggi e scarica il paper

 

 

27 giugno 2016

Print Friendly, PDF & Email
Energia Media