Top
GSE, FER, incentivi e servizi ausiliari secondo il recente orientamento del Consiglio di Stato - Energia Media
fade
4411
post-template-default,single,single-post,postid-4411,single-format-standard,eltd-core-1.0,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

GSE, FER, incentivi e servizi ausiliari secondo il recente orientamento del Consiglio di Stato

GSE, FER, incentivi e servizi ausiliari secondo il recente orientamento del Consiglio di Stato

GSE, incentivazione degli impianti di produzione di energia da fonte rinnovabile e la determinazione dei consumi dei c.d. “servizi ausiliari” di centrale: il recente orientamento del Consiglio di Stato riconosce il principio del legittimo affidamento. Francesco Piron, avvocato e senior partner dello Studio legale Macchi di Cellere Gangemi approfondisce le novità contenute nel DDL Concorrenza sulle procedure di verifica del GSE relative all’incentivazione FER e al settore dell’efficienza energetica.

Il documento completo è leggibile e scaricabile gratuitamente cliccando sulla figura in fondo alla pagina.

Il tema della determinazione dei consumi dei c.d. “servizi ausiliari” di centrale (di seguito “S.A.”), ossia dei consumi di tutte le apparecchiature funzionali al mantenimento dell’impianto di generazione di ener- gia elettrica in esercizio o in condizioni di riprendere l’esercizio è un tema da anni di grande rilievo per i produttori di energia considerato che la categoria dei “servizi ausiliari” assume rilevanza sotto molteplici aspetti, ossia ai fini della regolazione tariffaria dell’Autorità; del rispetto delle condizioni per il riconoscimento della produzione combinata di energia elettrica e calore come cogenerazione ai sensi della deliberazione 42/02; del rispetto delle condizioni tecniche per l’assimilabilità a fonte rinnovabile ai sensi del provvedimento CIP 6/92; dell’erogazione di alcune tipologie di incentivazione della produzione di energia elettrica nonché ai fini dell’imposizione tributaria e fiscale. In particolare la tematica riveste grande importanza economica per i soggetti giuridici che accedono ai regimi di incentivazione della produzione di energia elettrica da fonti rinnovabili, essendo la determinazione dei consumi dei S.A. fondamentale per stabilire la differenza tra la produzione lorda e la produzione netta di un impianto e, conseguentemente, per consentire la determinazione della quantità di energia elettrica ammessa a incentivazione.

8 Settembre 2016

Print Friendly, PDF & Email
Francesco Piron

Avvocato, Socio dello Studio Macchi di Cellere Gangemi