Top
Protezione catodica in acqua marina - Energia Media
fade
6972
single,single-post,postid-6972,single-format-standard,eltd-core-1.0,flow child-child-ver-1.0.0,flow-ver-1.3,,eltd-smooth-page-transitions,ajax,eltd-blog-installed,page-template-blog-standard,eltd-header-standard,eltd-fixed-on-scroll,eltd-default-mobile-header,eltd-sticky-up-mobile-header,eltd-dropdown-default,wpb-js-composer js-comp-ver-4.12,vc_responsive

Protezione catodica in acqua marina

schermata-2017-10-05-alle-16-26-59

Protezione catodica in acqua marina

L’acqua di mare è un ambiente estremamente corrosivo; è un elettrolita molto efficiente a causa della grande quantità di sali disciolti in essa, l’alta concentrazione di cloruri favorisce l’innescarsi di fenomeni di vaiolatura e la costante presenza di ossigeno, nelle acque a contatto con l’atmosfera e soprattutto nelle zone di onda o di marea, fornisce un costante apporto del reagente catodico influenzando direttamente la velocità di corrosione. La protezione catodica trova numerosissimi campi di applicazione in ambiente marino per contrastare il fenomeno corrosivo.

Continua a leggere: Sfoglia e scarica l’articolo

Print Friendly
Marco Cattalini e Marco Ormellese

Marco Cattalini, Cathodic Protection Specialist presso CorE. Marco Ormellese, Professore Associato, Dipartimento di Chimica, Materiali e Ingegneria Chimica del Politecnico di Milano.